Cleveland heroes

Share

Il possesso di armi da parte dei cittadini contribuisce ad alimentare o a prevenire gli episodi criminosi? Obama ha tentato per otto anni di minare le basi del secondo emendamento, Trump è stato eletto promettendo l’esatto contrario, ovvero il pieno diritto degli statunitensi ad armarsi. Quanto accaduto sabato a Cleveland, Ohio, mostra una volta di più come la scelta di Trump, sostenuta dalla maggior parte del Paese, è tutt’altro che folle, come invece vogliono dipingerla i media. L’impiegato di un negozio di alimentari ha sorpreso alle spalle un uomo armato, sventando in tal modo il tentativo di rapina. Ha potuto compiere un gesto così temerario per un semplice motivo: anche lui era armato. Secondo la ricostruzione di cleveland.com, che ha diffuso anche un video con le immagini delle telecamere di sorveglianza, verso le 23 di sabato Frederick Thornton, 26 anni, è entrato nel negozio con il volto parzialmente coperto da una mascherina da chirurgo. Ha quindi puntato una pistola verso il cassiere, intimandogli di consegnare i soldi. La lentezza del cassiere, visibilmente spaventato, non faceva che esasperare il rapinatore, che reagiva urlando, minacciando e sbattendo la pistola sul registratore di cassa. Le grida e il rumore richiamavano l’attenzione di un magazziniere che, resosi conto della gravità della situazione, impugnava la sua pistola e senza essere visto raggiungeva Thornton, puntandogli l’arma alle spalle. Il rapinatore anziché desistere si girava per afferrare l’arma. Ne nasceva una furibonda colluttazione, interrotta dall’arrivo di un altro impiegato, che strappava l’arma dalle mani del rapinatore e esplodeva dei colpi intimidatori in aria. Solo a quel punto Thornton alzava le mani e implorava gli impiegati di non sparargli, mentre un altro impiegato usciva dal negozio armato per controllare non ci fossero complici. All’arrivo della polizia Thornton, che pochi minuti prima di fare irruzione nel negozio aveva compiuto uno scippo, veniva arrestato con l’accusa di rapina aggravata. Attualmente è detenuto nella prigione di Cleveland. La corte ha fissato una cauzione di 100.000 dollari. Il proprietario del negozio ha elogiato pubblicamente i suoi dipendenti per il coraggio dimostrato. Nessun aumento di stipendio, però. La gloria conta più della ricchezza. Eroi e ricchi sarebbe ancora meglio però.

Creazione Siti WebSiti Web Roma