L’uomo che vuole essere Hitler

Share

Torna a far parlare di sé il nazista più famoso d’America. Isidore Heath Campbell, 43enne del New Jersey, già nel 2008 era stato al centro di una tempesta mediatica per aver chiesto (inutilmente) al pasticcere di un supermarket di Greenwich, NJ, di scrivere sulla torta di compleanno di uno dei suoi figli (che all’epoca festeggiava tre anni) “Buon compleanno Adolf Hitler”. Il bambino, in effetti, è registrato all’anagrafe con il nome di Adolf Hitler Campbell. Il padre e la madre Deborah obiettarono, senza successo, che il rifiuto di decorare la torta costituisce discriminazione. Successivamente una pasticceria di Wal-Mart in Pennsylvania accettò di realizzare la decorazione. Oggi il nazista del New Jersey ha deciso di cambiare il suo cognome da Campbell in Hitler.
The American theamerican.it 05
La richiesta ufficiale è stata inoltrata nelle scorse settimane alla Corte Superiore della contea di Hunterdon. Il nuovo nome completo dovrebbe dunque essere Isidore Heath Hitler. Il cognome Hitler è molto raro negli Stati Uniti: secondo il censimento del 2010 sono meno di 100 persone ad averlo, mentre altre 130 hanno Hittler. La battaglia legale che si appresta a combattere sarà l’ultima di una lunga serie per Campbell. Lo scorso anno fu arrestato in Penssylvania con l’accusa di aggressione aggravata in relazione a una vicenda di violenza familiare e successivamente condannanto a sei mesi in carcere e due anni di libertà vigilata per ostruzione alla giustizia e resistenza a pubblico ufficiale. Nel 2012 fondò il gruppo nazista “Ordine di Hitler”. Nel 2013 fece irruzione nel tribunale della contea di Hunterdon, vestito con una uniforme nazista, per presentare istanza perché gli fosse concesso di vedere il figlio più piccolo, Heinrich Hons Campbell, che un giudice aveva allontanato dalla casa paterna subito dopo la nascita, nel 2011. Precedentemente anche gli altri tre figli avuti con Deborah Lyinn McCollum (Adolf Hitler Campbell, JoyceLynn Aryan Nation Campbell e Honzlynn Jeannie Campbell) erano stati dati in affidamento ad altre famiglie, per violenze che si sarebbero verificate nella casa paterna.
The American theamerican.it 01
Secondo la carte del tribunale, Campbell ha rifiutato di ottemperare all’ordine di intraprendere una terapia psicologica, perché convinto che lo psicologo fosse ebreo. L’uomo ha avuto altri quattro figli con altrettante donne. La prima udienza sul cambio di cognome da Campbell a Hitler è prevista per il 24 marzo. La legge del New Jersey non prevede restrizioni particolari sulla scelta di nomi e cognomi: gli unici a poter essere rifiutati sono quelli che contengono parole oscene, numeri, simboli e combinazioni di lettere che li rendono impronunciabili e illeggibili.
The American theamerican.it 03

Creazione Siti WebSiti Web Roma